EUROPE IVF International  

Vitrificazione: un nuovo metodo per il congelamento sicuro degli embrioni

Congratulazioni, avete più embrioni fecondati e di qualità rispetto a quanti ne avete bisogno in questo ciclo. Una notizia così da noi la sentono molte coppie infertili. Gli embrioni che al momento non vengono utilizzati possono essere delicatamente congelati. In questo modo è possibile conservare gli embrioni o le cellule riproduttive per molti anni.

Ultimamente il numero degli embrioni usati per un trasferimento embrionale è in diminuzione e così la vitrificazione sta diventando una parte integrante della cura e questo porta ai nostri pazienti maggiori possibilità nell’ambito della stimolazione. Durante il criotransfer embrionale successivo non c’è più il rischio dell’iperstimolazione ovarica o della necessità dell’anestesia totale, e tutto ciò ci porta inoltre a un notevole abbassamento del costo.

La vitrificazione è consigliabile nei seguenti casi:

  • Se fallisce il primo tentativo dell’IVF e volete avere velocemente altri embrioni a portata di mano.
  • Entro pochi anni volete un altro bambino senza dovervi sottoporre a un nuovo prelievo di cellule.
  • Volete il bambino più tardi ma uno dei partner deve sottoporsi a chemioterapia o radioterapia ed esiste il rischio che rimarrà infertile.

La vitrificazione è un metodo di congelamento moderno e sicuro

Přístroj pro vitrifikaciNella nostra clinica utilizziamo la vitrificazione che è più moderna della crioconservazione. Utilizziamo il sistema chiuso Rapid-i con il quale l’embrione non è a contatto diretto con l’azoto liquido.

CrioconservazioneVitrificazione
  • tecnica lenta di congelamento delle cellule riproduttive che utilizza mezzi speciali per la conservazione nell’azoto liquido a temperatura di -196°C
  • (la temperatura scende di 0,3 gradi al minuto)
  • si creano cristalli di ghiaccio che possono influenzare negativamente la qualità degli embrioni congelati
  • tecnica moderna di crioconservazione
  • avviene un raffreddamento rapido delle cellule riproduttive – si arriva a -196°C in pochi secondi
  • si utilizzano mezzi che contengono alte dosi di agenti crioprotettivi i quali proteggono le cellule di fronte al danneggiamento
  • questa tecnica è adatta anche alla conservazione degli ovociti

Come funziona la vitrificazione:

  1. Inseriamo l‘embrione in una sostanze protettiva che si chiama crioprotettore.
  2. La goccia crioprotettiva viene raffreddata insieme all’embrione rapidamente alla temperatura dell’azoto liquido, quindi a -196°.
  3. Non si creano cristalli di ghiaccio né nel crioprotettore né nell’embrione.
  4. L’embrione è conservato nell’azoto liquido in una capsula sigillata.
  5. Prima dell’utilizzo l’embrione viene riscaldato rapidamente a temperatura corporea e il crioprotettore viene estratto.
  6. Dopo poche ore può avvenire il trasferimento nell’utero.

Esperienza degli esperti all’estero

Già nel 1984 in Australia è nato il primo bambino al mondo da un embrione congelato, il primo bambino nella Repubblica Ceca è nato in questo modo nel 1993. Allora si utilizzava una crioconservazione più lenta.

Se utilizziamo la vitrificazione abbiamo molte più chance che l’embrione congelato attecchisca bene. Il sistema chiuso della vitrificazione sopporta le competenze dello sviluppo dell’embrione (studio1) e non danneggia le cellule. Una ricerca (studio2che ha valutato l’embrione dopo 1 e 6 anni di congelamento ha confermato che non sono diminuiti né il tempo di sopravvivenza dell’embrione né le possibilità di gravidanza con essi.

L’idoneità dell’utilizzo clinico del sistema chiuso di vitrificazione è stata dimostrata anche per il congelamento degli ovuli stessi, per la loro fecondazione e il loro sviluppo embrionale (studio3).

Le presentazioni delle conferenze professionali a cui abbiamo assistito, p.es. all’incontro della Società giapponese per la medicina riproduttiva nel 2011,  confermano che la vitrificazione nel sistema Rapid-i è di successo. Dopo lo scongelamento è possibile utilizzare fino al 95% degli embrioni.

Contattateci e fate il vostro primo passo verso la cura dell’infertilità

La vostra cura vi viene programmata su misura consigliando i metodi di laboratorio e quelli della fecondazione assistita. Il nostro tasso di successo arriva perfino al 68%. Compilate la scheda d’ingresso oppure chiamateci e cambiate la vostra vita.

Chiedete a noi